3° Trofeo Città di Roma Capitale PDF Stampa E-mail
Scritto da Angelo Ginori   
Mercoledì 27 Aprile 2016 08:29

Giocare a Dama: “Semplicemente passione”.

La passione con la P maiuscola, è quella cosa che fa muovere tanti giocatori  provenienti da molte Regioni d’Italia e che li fa incontrare a Roma per cimentarsi in una gara di Dama. A dirlo è facile , ma provate a pensare al disagio di chi, tra loro, deve percorrere centinaia e, a volte migliaia di chilometri spesso dormendo in treno o in pullman per essere puntuali al via della Gara. Se questa non è passione , dite voi!!!

Si sono presentati al via 33 giocatori, che sono stati suddivisi in 3 gruppi di appartenenza dall’Arbitro Alessio Mecca di Latina, da  sempre garante sull’andamento delle gare  che è chiamato a dirigere: competente, autorevole e solerte nel far rispettare il buon comportamento dei giocatori durante e dopo lo svolgimento delle partite. Nel primo gruppo, conferma del Maestro Cesare Flavoni del A.S.D. Centro Damistico Romano che ha sbaragliato il campo riconfermandosi Re di Roma. 3 su 3, (lui per gli amici è “Er Più”),dovrebbe essere presente sempre in ogni gara di dama locale o nazionale, è quello che esprime la dama a Roma (“na spece de Totti”), bravo anche perché attualmente non è in perfetta forma fisica, un augurio sincero per rivederlo a breve in perfetta forma.

Al secondo posto si è piazzato Roberto Tovagliaro del C.D. Savonese, giocatore dotato di tecnica, tenuta atletica e correttezza, che lo collocano nelle primissime posizioni delle classifiche Nazionali sia per la Dama Italiana che per la Dama Internazionale,bravo.

Al 3° posto, sul podio, Giovanni Catanzaro del C.D. Paolo Ciarcià, per parlare di lui non bastano queste due righe di cronaca, per lui occorrerebbe una pagina a parte. Esempio per tutti di attaccamento al nostro Sport, dotato di un buon bagaglio tecnico e di una grande tenacia, insomma un brutto cliente per tutti (ne sa qualcosa chi vi scrive), complimenti per l’ottimo risultato ottenuto. Seguono, Portoghese Gianfranco, Ferrari Antonio, Ghittoni Dario, Ialongo Fabrizio, Cartella Roberto, Fava Giovanni, Ginori Angelo, Macali Daniele e D’Amato Gianluca.

Nel Secondo gruppo, trionfo Leccese dell’ex Candidato Maestro Mario Maiello, entrato  nell’Olimpo della Dama, da oggi appartiene al Mondo dei Maestri, complimenti a lui per il passaggio di categoria conquistato con autorità all’ombra del Colosseo, mentre giocava sembrava un gladiatore, molto bravo.

Al secondo posto Rivaldo Casucci, toscanaccio dalla pelle dura, sempre sulla breccia delle 64 caselle. Giocatore tenace e a volte…un pochino loquace ma sempre nei limiti. Un grande esempio per tutti di longevità damistica sempre presente in tutti i Tornei Nazionali. Bravo.

Al 3° posto Carmelo Guttà da Catania che conferma, ove ce ne fosse bisogno, la sua buona preparazione teorica, giocatore dotato anche di una notevole analisi di gioco durante ogni partita, un sincero bravo anche per lui. A seguire:Ronca Lamberto, Bruno Gennaro, Nanì La Terra Giorgio, De Luca Mario, Conciatori Gabriele, Zanella Mauro, Lettieri Benito, Natale Claudio, Bellusci Attilio.

Nel terzo Gruppo Provinciali, successo di Giorlando Giacomo Giuseppe appartenente al glorioso C.D. Veliterno (io lo ho ribattezzato “il “Grande” delle 3G”) vincitore di numerose gare di Dama Italiana e di Dama Internazionale, ormai maturo per il passaggio di categoria. Vedrete che nelle prossime gare sentiremo ancora parlare di lui  perché  ha la stoffa del futuro Campione, per il momento non si può pretendere di più da lui, ha solo 13 anni !!.Complimenti, bravo.

Al secondo posto Patrizio Mauti del C.D. Romano buon giocatore appartenente al gruppo dell’educazione, della correttezza, della passione damistica. Lo proponiamo per il passaggio di categoria visto i buoni risultati che consegue ad ogni gara, bravo +.

Al terzo posto Arnaldo Colonna del PGJM Gnarro Jet Mattei Dama (speriamo di averlo scritto bene) terzo solo per un decimale che  scaturisce dal Regolamento. Molto bravo anche lui, lo aspettiamo con curiosità nelle prossime gare per la conferma del risultato di Roma. Di solito le nostre previsioni non sbagliano. Bravo. Di seguito Degli Esposti Roberto, Aglioti Rosa, De Martino Maria, Di Carlo Antonio, Guimp Alberto e Dottor Bellita.

Al termine della competizione il Presidente del C.D.Romano, Claudio Natale ha rivolto un saluto a tutti i presenti, e in particolare alle atlete “rosa” Aglioti Rosa, De Martino Maria e Dottor Bellita che hanno ingentilito la Gara con la loro presenza. Il Delegato Regionale della F.I.D. Angelo Ginori ha ringraziato il Presidente del IV Municipio del Comune di Roma Emiliano Sciascia che ha dimostrato una grande sensibilità e curiosità per il nostro Sport mettendo a disposizione l’accogliente Sala del Centro Culturale Gabriella Ferri con l’impegno per il prossimo anno di una maggiore collaborazione, l’Assessore alla cultura del Municipio, Fabiana Germanò collaborerà da subito con il C.D.Romano per l’introduzione dello Sport della Dama in alcuni Comprensori scolastici del territorio. Un plauso a parte va rivolto alla gent.ma Rosalba Natili instancabile protagonista assieme a Claudio e Angelo per la realizzazione del Torneo. Dopo l’esecuzione dell’Inno Nazionale si è proceduto alla premiazione dei vincitori. 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Aprile 2016 08:42
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner