34° Trofeo "Città di Pordenone " PDF Stampa E-mail
Scritto da Olivo Zaffalon   
Giovedì 19 Maggio 2016 09:38

alt

Consueta numerosa partecipazione al 34° Trofeo "Città di Pordenone", che si è svolto come ogni anno il 1° maggio e nonostante il maltempo ha richiamato in città ben 69 damisti (21 giovani delle scuole elementari e medie e 48 agonisti) provenienti da tutta Italia: da Liguria, Toscana fino all'estrema punta di Santa Maria di Leuca. Vittoria per il Grande Maestro Mirko De Grandis.



alt

Iniziamo dal torneo giovanile, i ragazzi si sono dati rispettosa battaglia in un gruppo unico e si è imposto su tutti Thomas Minatel di Pordenone, davanti a Giorgio Cassiani di Conegliano e Pietro Ros di Pordenone.

alt

Le classifiche divise poi per anno scolastico hanno dato i seguenti responsi:

2^ elementare: 1° Riccardo Minatel - 3^ elementare: 1° Alessandro Tuan - 4^ elementare: 1° Pietro Ros - 5^ elementare: 1° Thomas Minatel - Classi Medie: 1° Giorgio Cassiani.

Tra gli agonisti, la competizione nobilitata dalla presenza di ben 12 Maestri ha visto il podio dell'assoluto interamente occupato da Grandi Maestri: ha prevalso un habitué della gara di Pordenone il GM Mirco De Grandis, che grazie al miglior quoziente ha preceduto il GM Claudio Ciampi, al 3° posto staccato di un punto il GM Ciro Fierro, tutti damisti che si sono potuti fregiare negli anni del titolo di campione italiano.

Nel secondo gruppo, vince per distacco la giovane promessa della Val Rendena, il CM Stefano Valentini, davanti al CM Lucien Zinutti, al 3° posto il CM Albino Vanz. Il terzo gruppo è appannaggio, quasi a punteggio pieno, del CM Sabino Andriani che precede il CM Matteo Santarossa, completa il podio e la giornata di festa del Circolo Adamello il Naz Ezio Valentini, andrà infatti al Circolo Adamello il 34° Trofeo "Città di Pordenone".

Nel quarto gruppo, continuano a primeggiare i damisti pordenonesi con il naz. Adriano Cozzarin che succede nell'albo d'oro al compianto Silvano Gardonio, vincitore l'anno scorso, completano il podio il reg. Simone Savalli del Circolo Udinese e il prov. Alessandro Miotto, ormai lanciato sulle orme del padre. Sono stati premiati, inoltre, come sempre a Pordenone, il damista proveniente da più lontano, premio andato al leccese Filippo Zichella e il più longevo, nell'occasione, Giorgio Brancaleone di Pordenone. alt Alla premiazione, era presente l'assessore Nicola Conficoni che ha ricordato come sia positivo l'insegnamento della Dama ai giovani delle scuole, non solo come didattica tecnica, ma soprattutto come base educativa del rispetto delle regole e dei comportamenti verso le altre persone. Sono intervenuti anche i Vicepresidenti della FID, Claudio Ciampi e Carlo Bordini, che hanno sottolineato il lavoro del Dama Club Pordenone per la riuscita della manifestazione e per il continuo impegno nell'insegnamento ai giovani.

Le rappresentanze FID hanno dimostrato grande disponibilità nell'accogliere il mio intervento finale. Intervento in cui ho esordito sottolineando l'insegnamento principe della Dama, che ricordo sempre ai miei ragazzi nelle scuole: "La Dama è fatta di regole e vanno rispettate!". E' su questa affermazione che sorge il mio dubbio sulle regole che ci porta a rispettare la FID: queste regole fanno il bene di un Elite o fanno crescere il Gioco della Dama?

Inizialmente, questa gara era denominata Gara Nazionale, ma, grazie ad un escamotage, è stata convertita in Torneo Nazionale e negli anni decisero di toglierle il termine "nazionale" diventando , così, da quest'anno nemmeno valevole per la Coppa Italia FID! Amara la delusione per chi come me porta avanti con passione e determinazione un Circolo Damistico decennale.

Ai saluti finali, un giocatore si è avvicinato chiedendomi se questa gara si farà ancora nei prossimi anni. Devo ammettere che è un quesito che mi pongo anch'io ma, a questo punto, tutto dipenderà dalla sensibilità da parte della FID e dall'assemblea del Dama Club Pordenone, che si svolgerà ai primi di gennaio 2017.

Il giorno successivo alla gara ho ricevuto questo SMS, che ritengo di poter condividere con voi per poter cogliere il vero spirito che ci spinge ogni giorni ad affrontare nuove sfide: "Voglio ringraziare a nome del CD Gemonese per la bellissima giornata con ingredienti importanti: accoglienza, organizzazione e attenzione verso tutti! Bravi. Claudio Veritti"




Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Maggio 2016 11:13
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Match Italia - Usa 2018 - Foto Gallery

Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner