Fossano 2016. Un campionato a squadre emozionante! PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo Agosti   
Martedì 29 Novembre 2016 10:20


Il Circolo Dama Fossano si laurea Campione d'Italia 2016 a Squadre di Dama Internazionale dopo un campionato molto combattuto disputato a Fossano (CN) tra il 25 ed il 27 novembre presso la sala congressi del noto Dama Hotel.

La lotta per il titolo si è decisa all'ultimo turno di gioco del girone finale con un epilogo incertissimo come non si verificava da anni, frutto sia di alcuni risultati a sorpresa quali le ottime partite dei giocatori di Verona, veri outsider della competizione, sia della nuova formula del campionato, con le squadre suddivise in due gironi eliminatori, adottata per la prima volta, e che ha aggiunto un po' di pepe alla consueta competizione.

Ma rivediamo com'è andato il torneo.

Sabato mattina e nel primo pomeriggio le 8 squadre partecipanti hanno disputato la fase di qualificazione, divise in 2 gironi all'italiana con 4 formazioni ciascuno.

Nel Girone A dominio del CD Fossano che batte il CD Verona (pur di stretta misura), l'Asd Dama Mori ed i giovanissimi del CD Savonese 2. Per il 2° posto utile per qualificarsi al girone finale testa a testa tra Verona e Mori che superano entrambe agevolmente Savona 2 ed impattano 3 a 3 lo scontro diretto nonostante Verona rischi per poco la sconfitta con i trentini. Viceversa è Verona a spuntarla in volata per 1 sola lunghezza grazie ai punti individuali: 11 a 10. Mori e Savona 2 sono relegate quindi al girone di consolazione dal 5° all'8° posto.

Grande equilibrio nel Girone B, sulla carta più difficile: il CD Savona 1 batte sia il CD Veliterno che i giovanissimi di Aosta e vince il girone pareggiando con Latina. Per il 2° posto decisivo il successo del CD Veliterno su Latina nel “derby” laziale. Eliminate dunque Latina e Aosta.

Nel tardo pomeriggio di sabato e domenica mattina le 4 qualificate danno vita al girone per lo “scudetto” in cui non mancano le sorprese e l'equilibrio regna sovrano. Nel 1° turno prima sorpresa con Verona che ferma Fossano sul 3 a 3, mentre Savona 1 batte il CD Veliterno. Sul filo dell'equilibrio il 2° turno: pari sul 3-3 una gara molto combattuta tra Fossano e Savona 1 con Diop che ha la meglio su Tovagliaro, Milanese è fermato sul pari dal giovanissimo Pitzalis, mentre Scaggiante gioca meglio il finale e prevale su Capozzoli che non si avvede della condotta di pari. Nel frattempo pareggiano anche CD Veliterno e Verona in un altro incontro molto equilibrato.

Decisivo l'ultimo turno: il savonese Roberto Tovagliaro, Alessio Scaggiante (giocatore trevigiano in prestito che ha sostituito in extremis il Grande Maestro Daniele Berté, assente per motivi di famiglia) e Mattia Pitzalis vengono sconfitti 4-2 da Verona grazie alle vittorie di Emanuele Danese (che sorprende Tovagliaro con un gambitto vincente) e di Daniele Brancaleone, mentre Fossano supera 5-1 il Veliterno di Walter Moscato, Giacomo Giorlando e Enes Habilaj. Così Savona scivola al 3° posto con 3 punti, superata da Fossano e Verona a 4 punti. A questo punto per lo scudetto prevalgono sul filo del rasoio Loris Milanese, Aboubacar Diop e Rinaldo Capozzoli grazie al maggior numero di punti individuali, 11-10 sui veronesi Emanuele Danese, Daniele Brancaleone e Mattia Brancaleone. Comunque molto soddisfatti i 3 damisti del CD “Enrico Molesini” squadra rivelazione di questi campionati, arrivata davanti a team più accreditati di loro quali Savona, Latina ed il CD Veliterno.

alt

Nel girone di consolazione 5°-8° posto dominio del Dama Latina che vince con 6 punti, davanti al Dama Mori, 6° con 4 punti dopo un appassionante testa a testa terminato solo all'ultima partita con lo scontro diretto Mori-Latina perso di stretta misura dai trentini. Decisiva qui la partita persa da Pergher con Fava per lo scadere del tempo in una posizione con un pezzo in più in cui l'altoatesino avrebbe potuto trovare una facile vittoria e quindi rovesciare il risultato finale, stanti i pareggi degli altri due incontri. 7° posto per il CD Savonese 2 che supera il Dama Aosta nella sfida tra le 2 squadre composte da giovanissimi.

alt

Grandissima soddisfazione per il CD Fossano che bissa il titolo 2015 stavolta con una squadra tutta fatta di soci del circolo, senza prestiti esterni. Per il CD Fossano si tratta del 2° titolo a squadre della sua giovane storia: protagonisti del successo il Grande Maestro Loris Milanese, di Chieri, il maestro Aboubacar Diop, senegalese, ma da tanti anni residente nel Novarese, e Rinaldo Capozzoli, candidato maestro di Casale Monferrato. Milanese e Diop si riconfermano campioni d'Italia, mentre per Capozzoli è il primo titolo in assoluto della sua lunga carriera: tra l'altro risulta il giocatore più anziano in gara tra tante giovani promesse. Riguardo ai risultati individuali in 6 partite disputate Diop ha conquistato 11 punti su 12, Milanese 9 e Capozzoli 7; inoltre il CD Fossano è l'unico team imbattuto dei Campionati con 4 vittorie e 2 pareggi tra qualificazioni e finale.

alt

Per la FID è intervenuto Roberto Tovagliaro, responsabile della nazionale giovanlie, che ha portato il saluto del neo-presidente FID Carlo Bordini, fatto i complimenti agli organizzatori, messo in luce la qualità dell'accoglienza che il Cd Fossano e la città di Fossano da sempre riservano ai damisti e agli eventi della FID e rimarcato il buon livello tecnico espresso dal campionato, a conferma della crescita importante del movimento italiano nella specialità della Dama Internazionale anche tra i più giovani, come dimostrato anche dai recenti Campionati Europei di Pinsk.

Insieme ai 24 damisti protagonisti della gara e ai loro accompagnatori e dirigenti dei circoli, sono intervenute alcune autorità locali, quali l'onorevole Mino Taricco (da anni amico del Cd Fossano e del mondo della Dama) mentre per il Comune di Fossano c'erano l'assessore allo sport Michele Mignacca e Gianni Mina, delegato del sindaco per lo sport e le politiche giovanili. Tutti hanno rimarcato il profondo legame che in questi 11 anni si è creato tra il mondo della Dama e la città di Fossano, lodando l'impegno profuso da Davide Pagliano e della sua famiglia, e hanno confermato il loro appoggio, affinché questa collaborazione prosegua e diventi ancora più intensa.

Le squadre sono state premiate una ad una con medaglie e targhe, mentre le 3 formazioni salite sul podio hanno ricevuto anche ciascuna una damiera artigianale fatta a mano dall'artigiano fossanese Gianfranco Ballatore, appassionato damista locale. Infine, il trionfo dei vincitori del CD Fossano con la consegna dello ”scudetto” tricolore al suono dell'Inno di Mameli. Il Campionato è stato diretto con precisione dai direttori di gara Stefano Iacono di Genova e Claudio Tabor di Torino. L'intensa 3 giorni si è poi conclusa con il pranzo finale in una caratteristica villa in campagna.

alt

Ultimo aggiornamento Domenica 04 Dicembre 2016 17:55
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner