Il senegalese Mor Seck conquista la Coppa Città di Mori PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo Agosti   
Lunedì 04 Settembre 2017 16:46

La Coppa Città di Mori va al senegalese Mor Seck che s'impone sul campione italiano Scaggiante sia nel torneo blitz che in quello a tempo standard


43ª edizione col “botto” alla Coppa Città di Mori di dama, sia per il successo e l'ottima partecipazione alla manifestazione, sia per il reale “botto” che chi stava giocando a dama nel centro storico di Mori ha percepito allo scoppio di un masso pericolante sulla collina di Mori nella mattinata di domenica 3 settembre. La gara di dama infatti, ha casualmente coinciso con la demolizione controllata di una massa rocciosa che da tempo incombeva sopra l'abitato di Mori e necessitava di essere rimossa per evitare rischi per la popolazione. Allo scoppio qualcuno dei damisti è corso fuori per vedere cosa fosse successo, qualcun'altro, dopo essersi guardati a vicenda per capire cosa fosse successo, ha ripreso normalmente a giocare come niente fosse. Un'esperienza insolita per tutti i damisti presenti, fortunatamente conclusa nel migliore dei modi e senza pericolo per nessuno.

Torniamo quindi alla cronaca della gara per rilevare la vittoria da parte del senegalese, grande maestro internazionale, Mor Seck alla grande “classica” di Mori, giocatore venuto a Mori apposta dal Senegal. Una vittoria meritata e che ha confermato l'alto livello del giocatore africano, anche se di stretta misura sul campione italiano in carica, il ventenne Alessio Scaggiante di Casale sul Sile, in provincia di Treviso. A seguire uno stuolo di altri campioni tra i quali troviamo rispettivamente il grande maestro savonese Daniele Bertè, più volte campione italiano, il senegalese Sadikh Diop, attuale numero 1 della classifica italiana, il maestro di Verona Emanuele Danese, altri ex-campioni italiani quali, nell'ordine, Loris Milanese di Torino, Daniele Macali di Latina, Roberto Tovagliaro di Savona ed il moriano Moreno Manzana, oggi residente a Bergamo. Di fronte a tanti campioni nulla ha potuto l'esperto maestro internazionale di Praga Vaclav Krista, giunto solo 10°.

alt

Nel 2° gruppo di merito il sottoscritto è riuscito a rispettare il pronostico di vincere la gara, pur tra un impegno organizzativo e l'altro (mi è toccato anche abbandonare temporaneamente una partita – autorizzato dell'arbitro – per rispondere a qualche domanda in un'intervista televisiva). La vittoria è arrivata davanti a Damiano Leonardi del circolo damistico Adamello. Terzo un altro esponente dell'ASD Dama Mori, Rafael Rodriguez, per un podio tutto trentino. Anche qui la concorrenza era agguerrita con tanti giocatori provenienti da Nord e Centro Italia, tra i quali ricordiamo, uno per tutti, il campione italiano cadetti in carica Enes Habilaj di Velletri (Roma), giunto al 5° posto e che, alla sua giovane età, promette di arrivare, un giorno, molto più in alto.

Nel 3° gruppo podio tutto di giovani con la vittoria di Andrea Cappelletto di Mestre davanti al trentino Aleardo Masè del Circolo Adamello ed al savonese Matteo Fortunato, uno tra i più giovani partecipanti con i suoi soli 12 anni. Nello stesso gruppo da segnalare la presenza del moriano Pietro Cescatti, classe 1931, una delle memorie storiche degli albori del circolo damistico di Mori, a oonferma che la dama sa unire anziani e piccini, che davanti alla damiera possono lottare ad armi pari. Podio trentino anche nel 4° gruppo con il moriano Andrea Gazzini che prevale sui due fratelli di Rovereto Simone e Gabriele Azzarà.

In totale 44 partecipanti per la 43ª edizione consecutiva della Coppa Città di Mori, tradizione che a Mori continua ininterrotta sin dal 1975, ed intitolata alla memoria di Giuseppe Manzana che ne è stato il creatore e l'organizzatore per almeno 25 anni.

Nella giornata precedente si è disputato pure il torneo “blitz”, a tempo rapido. Vittoria anche qui da parte del forte senegalese Mor Seck che pure in quest'occasione si è affermato davanti al trevigiano Alessio Scaggiante, terzo posto per Simone Nappi di Latina, quarto l'altro senegalese Sadikh Diop, quinto il giocatore dominicano dell'ASD Dama Mori Rafael Rodriguez. 30 i partecipanti in questo caso.

Interessante il fatto di trasmettere in diretta streaming sulla pagina Facebook Federdama una selezione delle partite disputate. La diretta ha registrato complessivamente ben oltre le mille visualizazioni. L'operazione non è stata semplice ed ha registrato qualche problema tecnologico che a volte ha interrotto la diretta, nonostante ciò è stato un interessante esperimento migliorabile in futuro, e che ha dato grande visibilità all'evento.

Il fine settimana non si è esaurito con queste due competizioni. Nei giorni 31 agosto e 1° settembre si è tenuto uno stage di alto livello organizzato dalla FID in collaborazione con l'ASD Dama Mori e tenuto dal grande maestro internazionale Alexander Georgiev, 9 volte campione mondiale assoluto. Il giocatore russo di Ufa ha saputo dare preziosi consigli tecnici ai 14 damisti iscritti a questo corso, un evento più unico che raro che ha dato ai damisti italiani la possibilità di carpire alcuni dei segreti che hanno portato Georgiev ai suoi tanti successi. La FID si augura che ciò possa contribuire ad innalzare il livello tecnico dei suoi atleti.

 alt

alt

alt

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Settembre 2017 17:08
 

Giochi Sportivi Giovanili 2017 -- Foto Gallery

ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]





Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner