Tesseramento 2020: Obbligo di PEC per i Sodalizi

 

Per poter procedere con l'affiliazione 2020, è necessario che il Sodalizio sia in possesso di una propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC)


La Polonia sconfigge l’Italia 47 – 33 in una sfida amichevole PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo Agosti   
Martedì 16 Giugno 2020 12:45

Certamente non una delle migliori performance dell’Italia contro una squadra molto solida e preparata nei cui confronti sarebbe servita una nazionale azzurra al completo per poter giocare alla pari e, magari, tentare pure la vittoria.

Si è trattato di un’altra delle sfida amichevole tra nazionali da parte dei damisti italiani i quali, non potendo ancora affacciarsi ai tavoli da gioco, si tengono allenati giocando on-line attraverso l’ormai apprezzatissima piattaforma www.lidraughts.org Gioco on-line che, va detto, richiede qualità specifiche che non corrispondono esattamente alle doti che servono al giocatore tradizionale. Un buon giocatore nei consueti tornei open che si tengono normalmente in Italia può rendere diversamente in questo tipo di gioco dove serve essere bravi nelle partite a tempo veloce ed è necessaria una visione di gioco diversa da quella che si può mettere in pratica con la damiera da tavolo. Guardare un monitor non è la stessa cosa. Capita così talvolta che dei “buoni” damisti nel gioco da tavolo, con il gioco on-line riescano a giocarsela addirittura con dei GMI. O magari può succedere viceversa che damisti normalmente molto forti trovino on-line qualche difficoltà e commettano qualche svista in più. Per non parlare del fatto che, giocando on-line da casa propria, ci possono pure essere varie fonti di distrazioni “casalinghe” che possono distogliere dalla concentrazione. Diciamo questo non tanto perché vogliamo “scusare” la prestazione dell’Italia ma solo per spiegare a chi è meno avvezzo con il gioco on-line che i valori in campo a volte possono cambiare leggermente. In meglio o anche in peggio, a seconda del giocatore.

Tornando alla gara di ieri sera dobbiamo apprezzare i 6 punti fatti da Alessio Scaggiante e da Roberto Tovagliaro nelle 4 partite giocate, buoni anche i 5 punti di Enes Habilaj. Viceversa rimangono sotto le aspettative i 4 pareggi di Loris Milanese, il quale ultimamente ci aveva abituati a grandi exploit, mentre ieri la sua bravura nel gioco veloce è stata ben arginata dai giocatori polacchi. Pochi punti anche dagli altri giocatori italiani, da alcuni dei quali certamente ci si poteva aspettare di più pensando ai titoli vinti ed alle loro consuete prestazioni off-line.

Del resto il primo turno è partito subito in salita con un perentorio 13-7 per i polacchi. I nostri incappano in qualche svista di troppo, non solo, Moreno Manzana butta malamente una partita già quasi vinta grazie ad un finale di 4-2 con la pedina avversaria bloccata, ma il tempo è tiranno ed arriva lo zero, partita persa.

Il match tuttavia è ancora apertissimo come si era già visto nelle precedenti sfide, in grado di capovolgere molti risultati. L’Italia non si disunisce e tenta il recupero ottenendo però altre due sconfitte per 12-8 e chiudendo con un 10-10 nonostante si fosse partiti bene con alcune vittorie e sembrava ci fosse la possibilità di vincere almeno l’ultima sfida. Anche in questo caso qualche svista dei nostri risulta determinante.

I risultati completi a questo link

Dall’altra parte vi era una Polonia guidata dall’ex-campionessa mondiale femminile Natalia Sadowska che gioca con il nickname cyberwoman, e, non a caso, va vicina all’en-plein con 7 punti totalizzati. 7 punti come lei per altri due giocatori polacchi: Sebastian Wieczorek e Amadeusz Zyber-Moszak. Altri 5 punti vengono da un’altra giocatrice temibile: Arleta Flisikowska. Abbiamo poi  altri 4 polacchi che fanno 4 punti, per rimpinguare il bottino della loro nazionale. Una squadra quella della Polonia che, Sadowska a parte, non ha forse grandissimi talenti, ma ha dei giocatori tutti tecnicamente molto preparati e temibili. Certamente da non sottovalutare.

Insomma, dopo l’euforia della netta vittoria dell’Italia contro il Belgio (nonostante giocassimo con le “riserve”) ed il pareggio con la Francia contro la quale, senza la giornata no di alcuni azzurri, avremmo potuto anche vincere, dobbiamo dare merito ai polacchi che stavolta hanno giocato meglio di noi. E questa sfida ci dev’essere di lezione per le prossime a venire.

Già perché tra pochi giorni l’Italia sarà impegnata nella FMJD Nations Cup per squadre nazionali di 4 giocatori. Ancora una volta su www.lidraughts.org

Ultimo aggiornamento Martedì 16 Giugno 2020 13:51
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner