Bologna: Gianmarco Ronda vince il 2° Trofeo G. Falcone PDF Stampa E-mail
Scritto da Floriano Roncarati   
Mercoledì 06 Giugno 2012 11:04
Nel roster del “2° Trofeo Giovanni Falcone” damisti di valore nazionale
Vittoria del lombardo Gianmarco Ronda davanti al pugliese Francesco Gitto
 
A Riale di Zola Predosa si è disputato domenica 3 giugno 2012 il “2° Trofeo Giovanni Falcone” di dama italiana, organizzato dal “CD Falcone” con la collaborazione della Delegazione provinciale FID di Bologna. Avevano concesso il Patrocinio alla manifestazione damistica zolese giunta alla seconda edizione la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Bologna, il Comitato provinciale CONI ed il Comune di Zola Predosa. Al challenge damistico di carattere nazionale sono intervenuti una cinquantina di giocatori tesserati per Circoli Damistici di dodici regioni, fra cui la Sicilia e la Sardegna.
  • Le forze in campo a Zola Predosa
Alle damiere schierate al Centro socioculturale Giovanni Falcone di Riale erano presenti i Grandi Maestri Mario Fero, tesserato per il “CD Luigi Franzioni” di Milano e sette volte Campione tricolore; Mirco De Grandis, del “CD Clodiense” di Chioggia e che partecipò alla prima edizione dei “World Mind Sport Games” che per gli sport della mente sono l'equivalente delle Olimpiadi; Marcello Gasparetti, in forza al “CD Romano” e vincitore della prima edizione del “Trofeo Falcone”. Momenti_di_giocoIl roster del torneo petroniano era completato da ben diciotto “Maestri”; i partecipanti sono stati ripartiti in tre gruppi in funzione del punteggio Elo-Rubele, mentre nel pomeriggio si è disputata la gara dei ragazzi. Sono stati ben nove i tesserati dei Club damistici bolognesi: “CD Giovanni Falcone” e “Gnarro Jet Mattei Dama” che si sono misurati in questa competizione di rilievo nazionale; i numeri del movimento felsineo non sono quelli degli “sport di quantità”, ma cominciamo a “fare massa”. Questa la struttura dei tre raggruppamenti del raduno damistico felsineo:
1° gruppo: sedici giocatori appartenenti a tredici Circoli Damistici;
2° gruppo: sedici tesserati a tredici Club di Dama
3° gruppo: diciannove aderenti a nove Circoli di Dama.
Lo “staff arbitrale” della competizione era composto dal poker emiliano formato dai Direttori di gara Cosimo Crepaldi, di Ferrara e Valter Mazzali, di Parma, dall’Arbitro Nazionale Gianfranco Rebecchi, di Parma e dall’Arbitro Regionale Silvano Cavallini, di Reggio Emilia. Nel corso della giornata ha fatto visita alla manifestazione e pranzato coi damisti Mauro Tinti, Vicepresidente provinciale del CONI che si è anche “misurato” alla damiera con Mirella Zappalà, Presidente del Circolo Damistico organizzatore del “2° Trofeo Giovanni Falcone”.
  • Nel primo gruppo affermazione del bresciano Gianmarco Ronda

Venendo alla cronaca della competizione nel primo gruppo dopo sei turni di gioco la composizione del podio è stato determinata dal quoziente, segno del grande equilibrio fra le forze in campo; soprattutto non sono Il_vincitore_Rondamancate le sorprese. A “quota otto” ha vinto Gianmarco Ronda, del “CD Bresciano”, che ha prevalso su Francesco Gitto, della “Dama Spongano” di Lecce e Luciano Negrone Casciano, del “Dama Club Triante” di Monza. Il quarto posto è stato appannaggio del Campione italiano Mario Fero che ha preceduto per quoziente, a “quota sette”, Federico Piras, del “CD Quartu S.Elena di Cagliari e componente della Commissione Tecnica Problemistica della FID, Gianluca D’Amato, del “CD Adriano Locatelli” di Bergamo ed Alessio Scaggiante, dell’”Energya Fitness Club” di Maser in provincia di Treviso. Da rimarcare che il giovane “azzurrino” trevigiano lo scorso anno si era imposto nel terzo gruppo del torneo zolese; a distanza di un anno Alessio Scaggiante lo abbiamo ritrovato tra i protagonisti del primo gruppo e reduce dai recenti Campionati italiani giovanili di dama internazionale svoltisi a Velletri dove ha conquistato il titolo tricolore cadetti, mentre lo scorso anno aveva conquistato il secondo posto nel Campionato europeo di dama internazionale e si era laureato Campione del mondo di dama inglese. Nella gara di Zola Predosa all’ottavo posto si è piazzato il GM Marcello Gasparetti che ha preceduto a “quota sei” per quoziente il bresciano Diego Signorini, il GM veneziano Mirco De Grandis, l’ambrosiano Concezio Roddi ed il parmigiano Domenico Gatti.

  • Grande interesse per il volume “La Dama Italiana dalla A alla Z”

A margine della gara da segnalare il grande interesse destato dal volume “La Dama Italiana dalla A alla Z” uscito proprio nelle scorse settimane e che ha come autori Mario Fero e Marcello Gasparetti. La nuova pubblicazione rappresenta un manuale tecnico che si pone l'obiettivo di guidare i damisti lungo la difficile via che porta alla maturità tecnica mettendogli a disposizione tutte quelle linee di gioco e accorgimenti che sono il frutto dell'esperienza acquisita in tanti anni di gioco in competizioni ai massimi livelli.

  • Nel secondo gruppo vittoria del perugino Stefano Rondelli

Nel secondo gruppo affermazione di Stefano Rondelli, del “CD Ferro di Cavallo” di Perugia, che conquistando nove punti ha raggiunto la vetta del podio; le altre piazze della pedana sono state determinate dal quoziente: Raffaele D’Amore, del “CD Novarese”, ha preceduto Rivaldo Casucci, del “CD D. Amiata” di Roccastrada, in provincia di Grosseto.

  • Nel terzo gruppo successo di Alfonso Giangregorio e podio tutto bolognese

Nel terzo gruppo podio tutto bolognese: prima piazza a “quota 11” per Alfonso Giangregorio, secondo a “quota 9” per Paride Bellavista e terzo a “quota 8” per quoziente Francesco Crocco, giocatori tesserati per il “CD Giovanni Falcone” di Zola Predosa; seguono al quarto posto Mario Cibin, del CD Novarese, ed al quinto posto Bruno Santioni, del CD Ferro di Cavallo di Perugia. Questo risultato seppure ottenuto fra le mura amiche rappresenta un successo per il movimento damistico petroniano, perché segna l’entrata nell’empireo nazionale di giocatori cresciuti all’ombra delle Due Torri.

  • Le parole di apprezzamento delle autorità

A conclusione dell’intensa giornata hanno espresso parole di apprezzamento per il successo dellaGruppo_finale manifestazione: Giovanni Zavettieri, Componente del Consiglio federale della Federdama, ed Alessandro Ansaloni, Assessore alle Politiche Giovanili e allo Sport del Comune di Zola Predosa. Alla cerimonia di premiazione dell’evento zolese hanno presenziato anche Silvano Cavallini, Delegato regionale FID Emilia - Romagna, Cosimo Crepaldi, Direttore di gara, Valter Mazzali, Delegato provinciale FID di Parma, Floriano Roncarati, Delegato provinciale FID di Bologna, Federico Piras, della Commissione Tecnica Problemistica della Federdama, Gianfranco Rebecchi, Arbitro Nazionale FID.

  • Lo storico click

A conclusione dell’intensa giornata Mirella Zappalà, Presidente del “Circolo Damistico Falcone”, ha consegnato come omaggio a Giancarlo Cassanelli, Presidente del Centro socio-culturale "Giovanni Falcone", il quadro con lo “storico click” realizzato in occasione della prima edizione del torneo che “fotografa” i tre Grandi Maestri: il fuoriclasse livornese “Miki” Borghetti, Marcello Gasparetti e Paolo Faleo, davanti al cippo che ricorda Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 06 Giugno 2012 11:12
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Match Italia - Usa 2018 - Foto Gallery

Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner