Tesseramento 2020: Obbligo di PEC per i Sodalizi

 

Per poter procedere con l'affiliazione 2020, è necessario che il Sodalizio sia in possesso di una propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC)


Francesco Gitto vince il 3° Memorial "L. Bordini"... disputato su una nave traghetto in navigazione! PDF Stampa E-mail
Scritto da cb   
Martedì 09 Ottobre 2012 15:39
Si è svolto il 7 ottobre a bordo della nave traghetto Iginia, il 3° Memorial Luigi Bordini, una tradizione damistica iniziata nel 2004 e la cui celebrazione, seguendo il ciclo olimpico, si ripete e rinnova, ogni quattro anni… A differenza delle scorse edizioni, in cui l’elemento di spicco era il montepremi, questa volta gli organizzatori hanno voluto inventarsi qualcosa di straordinariamente originale e caratterizzante di una manifestazione che ha l’ambizione di voler essere considerata come “unica” nel suo genere. Ed è così che grazie alla indomita attività del delegato regionale Santo Cogliandro coadiuvato da un gruppo di collaboratori reggini, è stata tirata fuori dal cilindro un’idea coltivata da anni: organizzare un torneo di dama, a bordo di una nave traghetto, in navigazione tra Villa San Giovanni e Messina, un evento davvero straordinario e memorabile.
Dopo mesi e mesi di pianificazione e grazie all’entusiasta approvazione del direttivo del DLF di Reggio Calabria, che anima e corpo ha sostenuto l’iniziativa, è stato possibile dare seguito organizzativo all’evento, coniugando il gioco della dama, al turismo, alla visita culturale della Città di Reggio Calabria e la doverosa ammirazione dei Bronzi di Riace, amalgamando tutto con la rinomata accoglienza e la straordinaria cornice dello Stretto di Messina, che anche ad ottobre ha saputo regalare tutto lo splendore dei suoi colori, in un clima praticamente estivo ed un mare meravigliosamente calmo e trasparente da far intravedere, di tanto in tanto, alcuni piccoli delfini che accompagnavano la navigazione…
E per la prima volta nella storia della Dama in Italia - e non solo -  si è svolto un torneo su una nave traghetto in movimento (può darsi, ma è tutto da verificare, che in qualcuno dei Paesi nordici sia stato fatto qualcosa di simile), in una cornice in cui l'entusiasmo e la memoria erano palpabili, assieme alla soddisfazione di tutti gli accorsi e tra cui va segnalata la straordinaria presenza del gremito pullman salentino capitanato da Michele Faleo e l’eccezionale partecipazione di Armando Altobelli, che a meno di un anno dal compimento del novantesimo compleanno ha viaggiato per 1400 km e quattordici ore di treno per giungere da Monfalcone, nel lontano Friuli Venezia Giulia fino alla punta dello Stivale!
Alle 8.15 la nave partita da Messina attracca a Villa S. Giovanni portando con se gli ultimi partecipanti: alle 9.00 il via al torneo e qualche minuto dopo la nave riprende l'andirivieni tra le due sponde, percorrendo lo stretto ben otto volte, tra andata e ritorno.
Giornata soleggiata e anche agonisticamente calda, ma nessun lavoro per la giuria di gara formata da Severino Sapienza, Massimo Ciarcià e Salvatore Laganà che non ha avuto motivo di intervenire, vista la grande correttezza e sportività di tutti i giocatori.
A darsi “battaglia” in particolare sono stati i favoriti della vigilia Michele Maijnelli e Francesco Gitto, che dopo i brillanti successi della settimana precedente, si sono studiati in vista del massimo campionato e per contendersi il titolo del torneo. Avvio di gara al fulmicotone per il primo (4 vittorie iniziali) mentre il secondo si vede rallentato da Matteo Dell’Erba partito bene ed autore di un ottimo torneo che gli varrà il passaggio a candidato maestro. Alla fine vince Francesco Gitto, che dopo aver avuto la meglio proprio su Michele Maijnelli nel penultimo turno, subisce il riaggancio in vetta ma grazie al miglior quoziente si aggiudica il Torneo. Al terzo posto il leccese Matteo Dell’Erba di pochi centesimi davanti al messinese Giovanni Amodeo.
Il Secondo Gruppo è contraddistinto da grande equilibrio in cui spicca la regolarità di Salvatore Arrigo, che chiude a perfetta media inglese e stacca Benito Cataldi e Dario Vitali, giunti rispettivamente secondo e terzo, distanziati da un solo centesimale del secondo quoziente. Da segnalare la buona prestazione di Giovanni Sgro, padre del piccolo talentuoso Vincenzo, premiato come damista calabrese dell’anno, che ha staccaco il tagliando per la categoria regionale.
Nel Terzo gruppo si afferma Andrea Ria De Meis del Dama Lecce, grazie al minimo scarto di quoziente su un altro salentino, Oscar Sacchi del Dama Spongano che nell’ultimo turno ha stoppato il reggino Giovanni Luca Idone, portatosi in testa dopo la vittoria su Ria De Meis, ma terzo a fine torneo. Da notare la buona prestazione di Gaetano Galvagno, audioleso del circolo ENS di Catania, che ottiene ben sette punti e conquista un apprezzabile ottavo posto. In questo girone in gara anche due donne: la reggina Caterina Trunfio che dopo un brutto avvio ottiene cinque punti nelle ultime tre partite e vince la particolare classifica “rosa” che vede al secondo posto la catanzarese Norma Aleni, fondatrice del CD “Le Dame”.
Nel gruppo ragazzi, che ha iniziato a giocare nel pomeriggio, si afferma Andrea Morabito che con undici punti su dodici disponibili stacca di una lunghezza Gianluca Gatto e di ben tre Daniele Spedicati. Chiara Giardiniere risulta essere la migliore tra le ragazze.
E quando il sole iniziava a calare, appena dietro l’Etna, finita la gara ha avuto inizio la cerimonia di premiazione. A fare da speaker Santo Cogliandro, “motore” dell’evento, che dopo un'introduzione in cui ha ricordato Luigi Bordini, figura storica del damismo calabrese ed ex dirigente delle ferrovie, ha ringraziato coloro i quali hanno permesso lo svolgimento della manifestazione, passando la parola all’ing. Angelo Galluso, direttore della navigazione che ha dimostrato sensibilità e disponibilità nel permettere l’evento sulla nave. È stata poi la volta del Presidente del DLF di Reggio Calabria, Franco De Marco che si è detto soddisfatto per la riuscita della manifestazione che assieme al responsabile del settore ricreativo, Cristofaro Dattola, ha avuto il piacere di condividere.
La parola è passata al Vice Presidente FID Carlo Bordini, figlio del compianto Luigi, che si è detto commosso per l’affetto testimoniato con la presenza di tanti amici provenienti da tutta Italia e per la meravigliosa coniugazione tra bellezza, territorio e valori dello sport, attraverso il gioco della dama.
Ha concluso gli interventi il Presidente Regionale del Coni Mimmo Praticò, sempre attento a tutte le discipline sportive, che ha espresso parole di elogio per l’organizzazione dello straordinario evento, in quanto nessuna manifestazione sportiva agonistica era stata mai disputata prima su una nave. Praticò ha inoltre sottolineato che certe attività e certe figure sono un orgoglio per tutto il territorio e quando passa tanto tempo e si continua a ricordare una persona così sentitamente, vuol dire che è stato lasciato un segno positivo e tangibile, è una testimonianza di quanto ancora vive dentro ciascuno di noi!
Terminati i discorsi, tutti in piedi per cantare l’Inno di Mameli, che ha aggiunto un ulteriore calore a tutta la manifestazione, prima di lasciare spazio alla consegna dei premi ed alla lettura delle classifiche da parte dell’arbitro nazionale, Salvatore Laganà, che ha egregiamente diretto la gara ottimamente supportato da Paolo Matalone e Santo Cogliandro.
 
Queste le classifiche complete.
 
Assoluto: 1° Francesco Gitto (A.S.D. Dama Spongano, Lecce) p. 10,43.71; 2° Michele Maijnelli p. 10,43.66; 3° Matteo Dell`Erba p. 8,42.48; 4° Giovanni Amodeo p. 8,40.40; 5° Giovanni Catanzaro p. 7,34.36; 6° Aurelio Pulitanò p. 7,33.33; 7° Paolo Nicotra p. 6,39.34; 8° Leonardo Scigliano p. 6,36.34; 9° Carmelo Guttà p. 6,35.27; 10° Massimo Pasqualino Ciarcià p. 6,34.26; 11° Angelo Fontanarosa p. 5,39.27; 12° Francesco Senatore p. 5,38.30; 13° Severino Sapienza p. 5,34.26; 14° Corrado Moschetti p. 5,32.16; 15° Giovanni Battista Di Stefano p. 5,28.19; 16° Maurizio Cappellini p. 4,36.18; 17° Jean Francois Sanzia p. 3,30.15; 18° Franco Mille p. 2,32.6
 
2° gruppo: 1° Salvatore Arrigo (A.S.D. DLF Messina Sezione Dama, Messina) p. 9,43.64; 2° Benito Cataldi p. 8,34.44; 3° Dario Vitali p. 8,34.43; 4° Giovanni Di Stefano p. 7,42.44; 5° Andrea Campione p. 7,41.45; 6° Natale Laganà p. 7,39.38; 7° Franzo Giardina p. 7,36.37; 8° Francesco Vitale p. 7,35.38; 9° Armando Altobelli p. 6,41.38; 10° Michele Faleo p. 6,40.40; 11° Giovanni Sgrò p. 6,32.30; 12° Vincenzo Sgrò p. 5,40.31; 13° Raimondo Tafuri p. 5,31.19; 14° Stefano Vetrano p. 5,28.16; 15° Antonio Bisanti p. 5,27.18; 16° Domenico Fabbricatore p. 4,36.24; 17° Giuseppe Matalone p. 4,35.17; 18° Dario Spedicati p. 2,34.12
 
3° gruppo: 1° Andrea Ria De Meis (A.S.D. Dama Lecce, Lecce) p. 10,42.66; 2° Oscar Sacchi p. 10,41.66; 3° Giovanni Luca Idone p. 9,43.60; 4° Matteo Spedicati p. 8,45.55; 5° Rocco Ranieri p. 8,35.35; 6° Francesco Suraci p. 7,44.45; 7° Joussef Kamel p. 7,34.31; 8° Gaetano Galvagno p. 7,30.20; 9° Francesco Sacchi p. 6,43.34; 10° Marco Sacchi p. 6,33.22; 11° Emanuele Piscopello p. 6,33.18; 12° Lionello Pasceri p. 6,30.22; 13° Caterina Trunfio p. 5,29.16; 14° Domenico Trunfio p. 4,41.22; 15° Marco Piscopello p. 4,33.6; 16° Claudio Protopapa p. 2,36.4; 17° Agostino Caroleo p. 2,26.6; 18° Norma Adalgisa Aleni p. 1,30.2
Esordienti e Ragazzi: 1° Andrea Morabito p. 11; 2° Gianluca Gatto p. 10; 3° Daniele Spedicati p. 8,42.49; 4° Andrea Gulli p. 7; 5° Francesco Bisanti p. 6,45.32; 6° Chiara Giardiniere p. 6,30.20; 7° Biagio Sergi p. 6,28.16; 8° Simona Sgro p. 5,34.17; 9° Federica Logudice p. 5,30.13; 10° Lorenzo Ciarcià p. 4,41.27; 11° Giovanni Barra p. 4,28.8; 12° Antonino Pellegrino p. 0.
.
Galleria fotografica. Inizia la navigazione ed il torneo: una vista mare; il tavolo della direzione di gara; uno dei saloni di gioco con il Direttore di gara che passa a controllare i giocatori; un momento di gioco; due istantanee del girone riservato ad esordienti e ragazzi; un’altra istantanea di uno dei saloni di gara; il Presidente del DLF Franco De Marco (sx) intento a giocare a dama con il Presidente Regionale (dx)del CONI Mimmo Praticò; le coppe ed i trofei in palio, la medaglia celebrativa dell’evento; lo “scontro” decisivo tra Francesco gitto (sx) e  Michele Maijnelli (dx); Il Presidente Regionale del CONI Mimmo Pratico Pratico con il vincitore Francesco Gitto (al centro) ed il Vice Presidente FID Carlo Bordini; una foto di gruppo con il vincitore: da sinistra Mimmo Praticò, Carlo Bordini, Francesco Gitto, Franco De Marco, Angelo Galluso (direttore navigazione), Cristofaro dattola (responsabile settore ricreativo DLF RC), Tito Cogliandro (Delegato Regionale FID Calabria); il delegato regionale FID Tito Cogliandro con il Presidente del CONI Calabria Mimmo Praticò ed il Presidente del DLF Reggio Calabria Franco De Marco; il torneo è finito: prima di lasciare la nave un istantanea sullo Stretto.
vista_mareIl_tavolo_della_direzione_di_garaLa_sala_da_gioco_con_il_DdG_che_passa_tra_i_tavoliSalone_di_giocoIl_gruppo_ragazziIl_gruppo_ragazzi_2Un_momento_di_giocoScontro_damistico_fra_il_Presidenten_del_DLF_Franco_De_Marco_a_sx_contro_il_Presidente_del_CONI_Mimmo_Praticstriscionela_medaglia_celebrativa_del_torneoDa_sx_il_Vincitore_Francesco_Gitto_contro_il_secondo_class._Michele_MaijnelliDa_sx_il_Presidente_del_CONI_Calabria_Mimmo_Pratic_il_vincitore_Francesco_Gitto_da_Cosenza_e_il_vice_Presidente_FID_Carlo_BordiniDa_sx_Mimmo_Pratic_Carlo_Bordini_Francesco_Gitto_Franco_De_Marco_Angelo_Calluso_Toto_Dattola_e_Tito_CogliandroPremiazione_da_sx_Tito_Cogliandro_Mimmo_Pratic_e_Franco_De_MarcoVista_stretto_a_fine_torneo

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 10 Ottobre 2012 14:30
 

ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner