Tesseramento 2020: Obbligo di PEC per i Sodalizi

 

Per poter procedere con l'affiliazione 2020, è necessario che il Sodalizio sia in possesso di una propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC)


Aosta: Scaggiante, Laganà e Sgrò Campioni italiani Juniores, Cadetti e Mini-Cadetti! PDF Stampa E-mail
Scritto da cb   
Lunedì 30 Giugno 2014 12:25


A pensarci bene il finale del primo capitolo della storia fantastica damistica di Aosta era scritta già nel 2003, quando oltre dieci anni fa il talentuoso Paolo Faleo (Campione Italiano Giovanile 1993) iniziò a lavorare nella splendida località valdostana e fremeva dalla voglia di radicare e trasmettere la propria passione per la dama nel migliore dei modi. È così che nel 2004 nasce il Circolo damistico di Aosta, all’inizio attivo solo per la mole di attività del Grande Maestro leccese trapiantato a mille chilometri di distanza e l’inarrestabile voglia di farcela, cui nulla hanno potuto gli iniziali “no” che provenivano dalle scuole cittadine, in cui perseverante chiedeva di potere entrare ad insegnare "lo Sport della mente" e dove dopo quasi due anni di tentativi, finalmente riuscì nell’ardito obiettivo.

Così pian pianino iniziò a coltivare gli allora piccini, oggi maggiorenni o quasi, allievi ed allieve che da quasi due lustri inebriano della loro vitalità il circuito della Federazione Italiana Dama che nel 90° anno dalla fondazione, ha voluto celebrare i 10 anni del CD Aosta, fucina di giovani campioni ed esempio di funzionante connubio scuola-circolo-agonismo che tanto lustro continua a dare alla propria comunità territoriale ed alla FID. Un esempio davvero raro in uno sport (come la dama) che spesso esalta più la singolarità dell’atleta e la ricerca del risultato proprio, che lo sviluppo dei gruppi associativi nella loro interezza, ma che in questo caso fanno davvero eccezione, esaltando il gruppo nella pienezza della passione e della dedizione alla dama e che oltre a regalare titoli e dinamismo sportivo ad Aosta, ha premiato anche l'abnegazione del Campione salentino che nel 2007 ha conquistato il suo primo Scudetto!

Passione e dedizione trasmessa anche alla Presidente Agnese Bethaz, infaticabile e brillante amministratrice della società sportiva aostana che oltre al Titolo di Faleo ed ai successi giovanili, ha registrato la conquista del Bronzo Olimpico e di vice-Campionessa Mondiale da parte di Erika Rosso. Circolo Damistico di Aosta che ha raggiunto al proprio Albo d'Oro anche un grande successo organizzativo ospitando, meravigliosamente, il più prestigioso del Campionati giovanili in una cornice splendida, come l'Hostellerie du Cheval Blanc che oltre ad avere la piscina (amatissima dai ragazzi), ed essere circondato da montagne e colori stupendi, si è distinto per accoglienza ed eleganza. Così, il CD Aosta, già noto per le proprie massicce presenze in tutta Italia, ha “ricambiato” l’ospitalità nello stile che gli è consono ed ha accolto (davvero alla grande!) gli oltre trenta atleti provenienti da ogni parte d’Italia, giunti fino in Valle d’Aosta per il 34° Campionato Italiani Giovanile, davvero denso di emozioni e colpi di scena e che ha annotato, tra l'altro, la straordinaria visita del Maestro messinese Michele Maijnelli, che ha seguito con vivo interesse le varie fasi dei campionati.

Campionati appassionanti, in cui ad eccezione della vittoria (già scritta) a punteggio pieno, del M° Alessio Scaggiante nella categoria Juniores, dove la sola Sylvie Proment ha avuto l’audacia di provare a competere, tutto è sembrato molto equilibrato. Tra i cadetti le emozioni sono state davvero intense e fino alla fine! Basti pensare che nell’ultimo incontro, determinate per il titolo, al veneto Andrea Cappelletto opposto a Natale Laganà, basterebbe un pareggio che sembra ormai acquisito quando il reggino perde un apparente vantaggio e limitato nel tempo deve addirittura inseguire una pari che decide di rifiutare, perchè il pareggio a lui non serve! Ed alla fine, anche se a causa di un inspiegabile errore del suo avversario, il tenace Natale Laganà ottiene l’agognato successo in virtù del miglior quoziente, superando oltre ad Andrea Cappelletto, anche Davide Zhou, giunti rispettivamente secondo e terzo, a pari punti del calabrese.

Tra i Mini-Cadetti la spunta Vincenzo Sgrò, sempre in testa durante tutti i nove turni, che con 16 punti su 18 a fine campionato, stacca tutti gli altri concorrenti, agguerritissimi nella lotta per il secondo posto, determinato sul filo dei centesimi proprio nell’ultimo incontro, dove vincono sia Maurizio Falchi, che Matteo Sirtori e Giacomo Giorlando, risultati poi rispettivamente secondo, terzo e quarto in virtù degli intrecci degli altri giocatori e del conseguente quoziente finale.

Emozionante, come al solito, l’inno Nazionale suonato e cantato dai presenti, prima della incoronazione dei vincitori, presenziata oltre che dal Vice-Presidente FID Carlo Bordini, anche dal Vice-Sindaco di Aosta Alberto Follien, che si è detto positivamente sorpreso nell'apprendere di tale fervente attività damistica aostana, e dall’Assessore allo Sport Patrizia Carradone, che ha reso omaggio al CD Aosta ed a tutti i partecipanti, felice nel prendere atto degli ulteriori e ancor più prestigiosi programmi che il duo Faleo-Bethaz, unitamente alla FID, stanno pianificando per i prossimi anni.

Ottima la direzione di gara dell’apprezzatissimo Salvatore Laganà, coadiuvato da Paolo e Michele Faleo.

Cadetti + Juniores: 1° Alessio Scaggiante (A.S.D. Energya Fitness Club, Treviso) p. 14 (Campiona Italiano Juniores); Natale Laganà  (A.S.D. "Il Bianco e il Nero", Reggio Calabria) p. 9,55.63 (Campiona Italiano Cadetti); 3° (2° Cadetti) Andrea Cappelletto p. 9,54.55; 4° (2° Cadetti) Davide Zhou p. 9,49.54; 5° Alessandro Traversa p. 8,55.50; 6° Matteo Mirabello p. 7,62.54; 7° Stefano Vetrano p. 7,51.47; 8° Christian Finetti p. 7,39.34; 9° Valerio Langiu p. 7,39.33; 10° (2^ Juniores) Sylvie Proment p. 6,60.44; 11° Elia Cantatore p. 6,46.34; 12° Riccardo Gheno p. 6,44.26; 13° Leonardo Fernandez p. 5,50.22; 14° Claudia Casadei p. 5,42.23; 15° Giammatteo Capone p. 5,41.21; 16° Marco Foglia p. 2,44.16.

Minicadetti: 1° Vincenzo Sgrò (A.S.D. "Il Bianco e il Nero", Reggio Calabria) p. 16; 2° Maurizio Falchi p. 13,99.136; 3° Matteo Sartori p. 13,92.113; 4° Giacomo Giuseppe Giorlando p. 13,91.117; 5° Emiliano Deimichei p. 10,99.94; 6° Saverio Matera p. 10,92.84; 7° Samuele Regolini p. 10,78.72; 8° Maurizio Lanzoni p. 10,78.58; 9° Emanuele Bellini p. 10,74.56; 10° Nicolas Pozza p. 10,72.60; 11° Alessandro Casadei p. 9,93.80; 12° Davide Tamborin p. 9,87.60; 13° Sasha Papa p. 8,73.44; 14° Pietro Pacchiodi p. 8,65.26; 15° Stefano Cavalli p. 6,62.14; 16° Federico Gafforini p. 4,67.13; 17° Davide Gemma p. 2,67.5; 18° Daniel Pozza p. 1,72.2


Nell foto: in alto tutti i vincitori, le autorità, i dirigenti FID; sotto il podio Juniores, il podio Cadetti e quello Minicadetti; ed un momento della premiazione.


















Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Luglio 2014 08:26
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner