27^ Finale Nazionale Campionati Studenteschi e Gioco-Sport PDF Stampa E-mail
Scritto da cb   
Venerdì 22 Maggio 2015 14:54
27^ Finale Nazionale Campionati Studenteschi e Gioco-Sport di dama
Palazzetto dello Sport – Casa Mora, Castiglione della Pescaia (GR), 14-17 maggio 2015

Galleria Fotografica
 
“Se lo puoi sognare, lo puoi fare!” 
Potremmo sintetizzare così, parafrasando Walt Disney, la 27^ Finale Nazionale dei Campionati Studenteschi e Gioco-Sport di dama italiana e internazionale, che si è disputata, per il secondo anno consecutivo a Castiglione della Pescaia (GR), dal 14 al 17 maggio e che ha visto partecipare 55 squadre con quasi 200 tra ragazzi e ragazze, in rappresentanza di altrettante scuole (elementari, medie e superiori) che si sono qualificate attraverso le varie selezioni (cittadine, provinciali, regionali, interregionali) che hanno coinvolto centinaia di istituti ed oltre cinquantamila allievi.
Numerose le Regioni presenti, nonostante alcune defezioni dovute alla mancanza di fondi istituzionali (anche per le minime spese di iscrizione) ed a qualche protesta “bianca” degli insegnanti verso le riforme scolastiche incluse quelle inerenti i riconoscimenti per i Campionati Studenteschi (si pensi che ben 8 squadre di diritto hanno dovuto rinunciare alla finalissima per le suddette ragioni).
A contendersi il massimo titolo scolastico sono state le rappresentative delle dodici regioni presenti: Valle d’Aosta, Trentino, Veneto, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Marche, Lazio, Puglia, Calabria, Basilicata e Sardegna, che si sono confrontate nella splendida cornice del PalaSport "Casa Mora", sotto lo sguardo attento del M° Roberto Tovagliaro (Campione Italiano in carica di dama internazionale), inviato dal DT della Nazionale a supervisionare gli atleti da convocare poi per i Campionati Europei di Tallin e impegnato a dare “lezioni volanti” ai desiderosi scolari.
Sempre a Castiglione, parallelamente ai campionati studenteschi si giocava anche un importante torneo internazionale nella specialità della Dama “Inglese” con la partecipazione di ben tre Campioni del Mondo: la campionessa femminile e Olimpica, l'ucraina Nadiya Chyzhevska e gli italiani Michele Borghetti di Livorno (Campione Olimpico e Mondiale della variante 3-move) e Sergio Scarpetta di Foggia (Campione del Mondo nell’altra variante, a mossa libera).
I due eventi sono stati inaugurati dal Sindaco di Castiglione, Giancarlo Farnetani, che in entrambi gli eventi ha giocato la simbolica “prima mossa”, coadiuvato per il campionato delle scuole da Elisabetta Artuso, nota campionessa di atletica leggera (8 volte vincitrice del titolo italiano sugli 800 metri piani) attualmente in forza al centro sportivo guardie Forestali.
Da segnalare, nella fitta agenda castiglionese della FID, il convegno Medico Sportivo tenuto dal dott. Renato Capurro (Pres. Commissione Medica federale e Antidoping) che ha illustrato a genitori e docenti le recenti normative sanitarie riguardanti i certificati ed i controlli medici per tutti coloro, giovanissimi compresi, che fanno attività agonistica, ed ha presentato il nuovo Regolamento sanitario FID, nonché gli adempimenti e le attività promosse dalla Federazione con il supporto del CONI, per sensibilizzare il Ministero della Sanità su alcuni aspetti che diversificano gli sport della mente, in cui l'impatto cardio-vascolare è certamente trascurabile rispetto ad altri sport motori.
La manifestazione si è svolta all’interno del più ampio contesto delle Giornate Europee dello Sport, un appuntamento da considerarsi fra i più importanti della rassegna sportiva organizzata dal Comune che fin da giovedì 14 ha visto l’arrivo di tutte le comitive, ospitate nei campeggi e che poco prima ha accolto l’arrivo della Tappa del Giro d’Italia. Venerdì 15 è stata la volta della presentazione dei giovanissimi atleti-giocatori e degli istruttori alla comunità cittadina, culminata con la sfilata dei gruppi per le vie del centro al suono dell’originale “street band”, sfidando le intemperie di un’allerta meteo fortunatamente più attenuata nella costiera maremmana, di quanto paventato dalla protezione civile. Prima del festante giro la presentazione delle rappresentative e dello staff da parte del consigliere Comunale Mauro Giovannelli e del capo ufficio stampa FID Adolivio Capece, speaker ufficiale della manifestazione, tra l’entusiasmo del folto gruppo di Latina, qualche emozionato saluto e qualche gioiosa presenza, come quella coinvolgente e frizzante del prof. Maurizio Cavallaro, alla sua “prima” ai Giochi.
La seconda giornata di gioco, sabato 16 maggio, si conferma - come ogni anno - il momento agonistico clou: interessante sia dal punto di vista agonistico che qualitativo. Le migliori squadre si incontrano per determinare le prime posizioni e succede anche che nelle scuole medie di dama italiana, le due compagini aostane si "scontrino" nell’ultimo turno e che quella più indietro in classifica riesca a bloccare l’altra, costringendola a lasciare il primato alla squadra trentina, con il delegato regionale dei vincitori, Nunzio Gaglio, che titolerà: Mori prima, Aosta vincitrice morale! Una fantastica pagina di emozioni, correttezza e sportività, specie se si considera che il delegato valdostano, il GM° Paolo Faleo, già olimpionico 2008, dirà sorpreso di non capire la stranezza o l’esaltazione di un momento di ordinario gioco, e certi valori così naturalmente trasmessi non c'è da stupirsi che vengano così bene acquisiti dagli allievi.
“Se lo puoi sognare, lo puoi fare” dicevamo e si potrebbe aggiungere: “come pensi e senti, agisci, e trasmetti l'esempio” ed i giovani talentuosi damisti di tutta Italia si sono dimostrati unici nell’affermare il primato dello sport della mente su tante altre discipline. A fine serata l'attesa simultanea nella piazza di Castiglione, tenuta da Claudio Ciampi, Paolo Faleo, Daniele Macali e Roberto Tovagliaro, che si sono dati il cambio nell’affrontare un centinaio di ragazzi in simultanea. Da segnalare  la straordinaria presenza del GM° Michele Borghetti impegnato a firmare autografi e ad essere immortalato con i suoi fans e l'esibizione del GM° Sergio Scarpetta impegnato in una partita “alla cieca” contro la Vice-Sindaco Elena Nappi, con un nugolo di spettatori assiepati a seguire le mosse sui due frangenti.
La notte di sabato, quella prima degli addii, è stata anche un tripudio di socializzazione (quest’anno totalmente composta!) in cui ha fatto da sintesi emblematica la kermesse culinaria con la magistrale pasta cucinata alle due di notte, per i propri allievi e per i successivi aggregati (gran parte dello staff), dal prof. Alfredo Evangelisti, anch'egli alla prima esperienza ai Campionati studenteschi, che ha contribuito ad arricchire - con la sua delicata e concreta presenza - tutto l’ambiente (e raccogliendo anche l’ottimo frutto del lavoro sul campo).
Domenica mattina appuntamento per la cerimonia di chiusura della manifestazione, iniziata con la SS. Messa celebrata dal Vescovo di Grosseto, padre Rodolfo Cetoloni, che ha sottolineato la valenza della formazione e della pratica di attività che accrescono la condivisione e la socialità, riprendendo la preghiera finale, tratta dal messaggio del Papa Francesco ai dirigenti e agli atleti del CONI del 19 dicembre 2014 (cui hanno preso parte diversi rappresentanti FID).
""Il motto olimpico -“Citius, altius, fortius” – non è un incitamento alla supremazia di una nazione sull’altra, di un popolo su un altro popolo, e nemmeno all’esclusione dei più deboli e dei meno tutelati, ma rappresenta la sfida a cui siamo chiamati tutti, non solo gli atleti: quella di assumere la fatica, il sacrificio, per raggiungere le mete importanti della vita, accettando i propri limiti senza lasciarsi bloccare da essi ma cercando di superarsi…. l’invito a continuare su questa strada, incoraggiando il lavoro educativo nelle scuole… per favorire uno sport accessibile a tutti, attento ai più deboli e alla fasce più precarie della società… non finalizzato all’utile, ma allo sviluppo della persona umana, con stile di gratuità.""
E la promessa del Vescovo di riferire il mercoledì successivo convocato dal Santo Padre che durante i Campionati Studenteschi è stato fatto proprio l’invito del pontefice.
Il tempo di riordinare qualche spazio e via con le premiazioni, introdotte dalla presentazione delle autorità intervenute: Elena Nappi, vicesindaco, David Rinaldi, comandante Guardia Finanza
Augusto Ferrandino comandante Guardia Costiera, Alessandro Pascolini, maresciallo, capo dei Carabinieri di Castiglione della Pescaia, Giacomo Bastianini, responsabile Croce Rossa, Marcello Pericoli, presidente Hockey Club di Castiglione, al Presidente del CD Castiglionese e fotografo d’eccezione Claudio Donnini, da Giarcarlo Capecchi di RTV38 che ha riservato un lungo speciale agli eventi damistici in Maremma e dall’impareggiabile giornalista locale Enrico Giovannelli.
Dopo il discorso del vice-presidente Claudio Ciampi e quello di Elena Nappi, ha chiuso gli interventi il vice-presidente vicario FID Carlo Bordini, che dopo aver ringraziato le autorità e l’amministrazione, e richiamata l’attenzione sui Campioni Mondiali presenti (in particolare Michele Borghetti, Sergio Scarpetta e Nadiya Chyzhevska, ma anche il tedesco Igor Martinov ed il bronzo olimpico Erika Rosso) ha sottolineato come anche una "piccola" disciplina come la Dama possa elevarsi al livello più alto di attenzione e sportività, soprattutto quando si presta attenzione ad evitare la spasmodica ricerca del risultato e del guadagno che - come emerso per altre più blasonate discipline - può far perdere di vista la passione autentica per lo Sport.
Constatare la bella concretizzazione - nella finale del 2015 - di tutti i più alti valori dello sport, dell’impegno, e della lealtà, ripaga tutti gli operatori degli sforzi compiuti ed è motivo di orgoglio e di vanto per la FID (una tra le poche federazioni ad organizzare le Finali Nazionali, con plauso delle istituzioni) e tutti i damisti: “i ragazzi di oggi saranno gli uomini di domani, e noi nel nostro piccolo possiamo contribuire a fare qualcosa di grande anche per il nostro Paese!”
Doveroso e sentito il ringraziamento al Direttore dei Tornei WCDF, Ezio Valentini ed all’encomiabile staff, poliedrico e sempre disponibile nelle molteplici attività anche di fatica richieste e abbigliato per l'occasione con le nuove divise federali al loro esordio ufficiale.
L'apprezzato lavoro svolto dallo staff è stato scandito dagli applausi scroscianti rivolti ai direttori di gara: Milena Szatkowska (dama internazionale) e Alessio Mecca (Dama Italiana), agli arbitri: Marco Vezzoli, Marco Capaccioli, Daniele Caruso, Jessica Sardella, Carlo Priviero, Carmelo Guttà, Daniele Macali, Luca Iacovelli e Gennaro Bruno, nonché al responsabile unico di gara: Matteo Santarossa (soprannominato il tedesco per la indefettibile applicazione del regolamento), per il supervisore per gli Atleti della Nazionale, Roberto Tovagliaro, per i “jolly” operativi Gianni Zavettieri, Michele Faleo e Antonio Pirisi, per l’instancabile Giuliana Tenucci, trait-d union con le strutture locali, per Francesca de Santis della segreteria federale che ha affiancato il segretario generale Giuseppe Secchi nell’antipatica funzione di “cerbero-riscossore”, senza la quale – tuttavia, specie in tempo di crisi e di tagli – sarebbe impensabile riuscire a tenere in ordine i conti e poter organizzare manifestazioni del calibro dei campionati Studenteschi.
Un ultimo ringraziamento al medico federale, dott. Renato Capurro ed alla croce Rossa, che non hanno dovuto far ricorso alle dotazioni presenti (defibrillatore, infermeria, ecc.), alle rappresentanti dei camping Village Maremma Sans Souci, Rocchette e Santapomata che hanno assistito i residenti durante il soggiorno, ed all’insostituibile speaker Adolivio Capece.
Poi in piedi per l’Inno Nazionale cantato mano sul cuore da tutti i presenti! E l’incoronazione dei vincitori sopra lo splendido podio.
L’abbiamo sognato e l’abbiamo fatto, dicevamo, anche quest’anno, con fatica e ripagata soddisfazione, praticamente alla perfezione… e ci piace pensare che tutti assieme possiamo ripeterci, ancora meglio, perché se lo possiamo sognare, lo possiamo fare! 
Arrivederci alla ventottesima edizione!

Classifiche:
Elementari - Dama Internazionale: 1° Aosta 1 (Comè Corinne, Zola Martina, Raia Mattia – SE G.Pezzoli-Eugenia Martinet) p. 20,55.; 2° Treviso 1 (San Zenone degli Ezzelini) - p. 12,32.; 3° Aosta 2  (SE G.Pezzoli-Eugenia Martinet) - p. 10,30; 4° Latina 1 (IC N.5) - p. 7,18./; 5° Reggio Calabria (SE Nuovi Orizzonti)- p. 6,23.; 6° Latina 2 (IC N.5) - p. 5,22.
 
Miglior Giocatore: Corinne Comè, Scuola Martinet di Aosta, 20 punti su 20 (10 partite) in prima damiera (Mattia Raia 20/20 in terza damiera)
 
Medie - Dama Internazionale: 1° Reggio Calabria 1 - (Vincenzo Sgrò, Simone Punturieri, Pasquale Mammoliti - Convitto Campanella) p. 12,31; 2° Savona 1 (IC Scuola di Varazze/Celle Ligure) - p. 11,35; 3° Bergamo 1 (IC Grumello del Monte) - p. 10,25; 4° Treviso 1 San Zenone degli Ezzelini) - p. 9,28; 5° Potenza 1 (IC S.Lucia -Castronuovo di S. Andrea) - p. 8,23; 6° Lecce 1 (IC San Cesario) - p. 4,18; 7° Latina 1 (IC N.5) -  p. 2,6; 8° Lecce 2 (IC San Cesario) -  p. 0,2.
 
Miglior Giocatore: Vincenzo Sgrò, Convitto Campanella di Reggio Calabria, 14 punti su 14 (7 partite)
 
Superiori - Dama Internazionale: 1° Reggio Calabria 2 (Natale Laganà, Giuseppe Matalone, Francesco Suraci - L.S. Leonardo da Vinci) [Juniores] - (Reggio Calabria) p. 12,34; 2° Latina 1 (Luca Conti, Gabriele Sai, Pietro Zampetta - Liceo V. Veneto /Salvemin) [1^ Allievi] - p. 8,22; 3° Bologna (Montessori/Da Vinci di Porretta Terme) [2^ Juniores] -  p. 7,22; 4° Trento (Istituto delle Arti “Vittoria”) [3^ Juniores] -  p. 7,19; 5° Latina 2 (Liceo V. Veneto /Salvemini) [4^ Juniores] - p. 6,14; 6° Reggio Calabria 1 (Ferraris/Da Empoli) [2^ Allievi] - p. 2,8; 7° Reggio Calabria 3 (Ferraris/Da Empoli) [5^ Juniores] - p. 0,7.
 
Miglior Giocatore Allievi: Gabriele Sai, Scuola Vittorio Veneto / Salvemini di Latina, 10 punti (6 partite)
Miglior Giocatore Juniores: Giuseppe Matalone, Liceo Leonardo da Vinci, Reggio Calabria, 12 punti su 12 (6 partite)
 
Elementari Dama Italiana: 1° Venezia 1 (Martina Cavallin, Riccardo Mietto, Itham Ciatto - E. De Amicis, Galta di Vigonovo) - p. 18,52; 2° Venezia 2 (E. De Amicis 2, Galta di Vigonovo) - p. 18,48; 3° Aosta 1 (G.Pezzoli-Eugenia Martinet) - p. 16,48; 4° Aosta 4 (G. Pezzoli-Eugenia Martinet) - p. 12,35; 5° Bergamo 1 (Istituto Capitanio – Calcio) - p. 12,34; 6° Latina 1 (IC N.5) - p. 10,31; 7° Aosta 3 (Ist. E. Martinet) - p. 9,34; 8° Carbonia 1 (IC Satta)- p. 9,27; 9° Latina 2 (IC N.5) - p. 4,10; 10° Aosta 2 (G.Pezzoli-Eugenia Martinet)- p. 2,6; 11° Lecce (SE Armando Diaz )- p. 0,5.
 
Miglior Giocatore: Riccardo Mietto E. De Amicis, Galta di Vigonovo, 19 punti su 20 (10 partite) nella squadra 1^ Classificata (anche Albertro Michelotto 19 punti ma nella squadra 2^ classificata)
 
Medie Italiana:  1° Trento 1 (Emanuele Bellini, Emiliano Deimichel, Samuele Regolini - IC Mori) - p. 11,37.64.31; 2° Aosta 1 (Cerlogne - "Eugenia Martinet") - p. 10,41.63.27; 3° Aosta 2 (Cerlogne - "Eugenia Martinet") - p. 8,44.49.21; 4° Lecce 1 (IC San Cesario) - p. 8,35.34.23; 5° Potenza 1 - p. 7,37.28.23; 6° Lecce 3 (IC San Cesario) - p. 6,40.24.13; 7° Reggio Calabria 1 (Convitto Campanella) - p. 4,37.8.14; 8° Macerata 1 (IC "Ugo Betti" - Camerino) - p. 4,32.12.14; 9° Carbonia 1 (IC Satta) - p. 4,32.8.18; 10° Lecce 2 (IC San Cesario) - p. 2,32.8.8; 11° Nuoro 1 (SM Orani) - p. 2,29.4.6
 
Miglior Giocatore: Davide Zhou (G. Pezzoli-Eugenia Martinet – Aosta) 12 punti su 12 (6 partite)
 
Allievi Italiana: 1° Reggio Calabria 6 (Marco Pustorino, Giovanni Luca Idone, Matteo Ventura - Convitto Campanella) p. 14,32; 2° Nuoro 1 (Liceo Scientifico) - p. 12,31; 3° Latina 1 (Liceo V. Veneto /Salvemin) - p. 9,29; 4° Reggio Calabria 5 (Convitto Campanella) - p. 8,20; 5° Reggio Calabria 4 (Convitto Campanella) - p. 7,26; 6° Reggio Calabria 1 (Convitto Campanella)  - p. 4,12; 7° Reggio Calabria 3 (Convitto Campanella) - p. 2,10; 8° Reggio Calabria 2 (Convitto Campanella) - p. 0,6./
 
Miglior Giocatore: Giovanni Luca Idone, Convitto Campanella di Reggio Calabria 14 punti su 14 (7 partite) in seconda damiera (Matteo Ventura 14/14 in terza damiera)
 
 
Juniores Italiana: 1° Potenza 1 Christian Durante, Vincenzo Costantino, Paolo Conte - (Ist. Carlo Levi /Santarcangelo di Castronuovo Sant’Andrea) - p. 12,35; 2° Latina 1 (Ist. San benedetto) - p. 8,25; 3° Reggio Calabria 1 (Ferraris/Da Empoli) - p. 4,8; 4° Reggio Calabria 2 (Ferraris/Da Empoli)  - p. 0,4./
 
Miglior Giocatore: Christian Durante, Ist. Carlo Levi /Santarcangelo di Castronuovo Sant’Andrea 12 punti su 12 (6 partite) in prima damiera (Paolo Conte 12/12 in terza damiera).
Allegati:
Scarica questo file (Tabelloni XXVII Finale CS_GS 2015.zip)Tabelloni XXVII Finale CS_GS 2015.zip[Tabelloni XXVII Finale Camp- Student. e Gioco-Sport 2015]317 Kb
Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Maggio 2015 22:28
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Match Italia - Usa 2018 - Foto Gallery

Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner