La Federazione Italiana Dama é presente sul Televideo RAI, a pagina 697, con 6 schermate in cui visualizzare informazioni, notizie, curiosità  ed i principali tornei in programma.

Michele Borghetti PDF Stampa E-mail

micheleborghetti

Michele Borghetti, Grande Maestro di dama italiana, Grande Maestro di dama internazionale e Grande Maestro di dama inglese, è certamente il più talentuoso ed eclettico giocatore della storia damistica italiana ed è anche quello che ha ottenuto i risultati più eclatanti.

La sua peculiarità sta nel fatto che riesce ad esprimersi ad altissimi livelli in tutte le specialità in cui si cimenta, che si tratti di dama internazionale, dama italiana o dama inglese.
In quest’ultima, nonostante la poca esperienza ed il poco tempo a disposizione per prepararsi, al suo primo impegno, nel 2011, è diventato vice-campione del mondo; per poi diventare nel 2012 CAMPIONE OLIMPICO dei Giochi della Mente, nel 2013 CAMPIONE DEL MONDO (match vinto contro il detentore del titolo Alexander Moiseyev) e nel 2014 CAMPIONE DEL MONDO dei Giochi della Mente. Nel 2015 si riconferma campione mondiale di dama inglese della specialità con apertura sorteggiata (match vinto contro lo sfidante Lubabalo Kondlo) e nel 2016 vince il titolo mondiale anche nella specialità a mossa libera battendo in un altro match il detentore del titolo Sergio Scarpetta.

Michele detiene anche un altro RECORD MONDIALE che lo ha reso famoso: il record mondiale "alla cieca" in simultanea. In questa specialità, praticata per la sua enorme difficoltà da pochissimi giocatori, un singolo giocatore, bendato, sfida contemporaneamente più avversari su altrettante partite. Quindi senza poter osservare il tavolo da gioco, né dove sono collocate dame e pedine; il giocatore può solo conoscere i numeri che indicano le mosse degli avversari.

Ebbene, il 18 agosto 2003 a Varazze, Michele affronta in contemporanea alla cieca ben 23 avversari, ottenendo 17 vittorie, 6 pareggi e nessuna sconfitta. Un risultato eccezionale, tuttora imbattuto e inserito nell’Albo d’oro della FMJD (Federation Mondiale du Jeu de Dames) “Record mondiali” istituito il 15-07-2010 e che riporta i nove record mondiali più prestigiosi. Vedi http://fmjd.org/?p=records

Michele Borghetti, classe 1973, livornese, inizia la sua carriera damistica a 12 anni, "trascinato" dal padre Gianfranco, ottimo giocatore e notissimo negli ambienti damistici per aver fatto parte per molto tempo della C.T.F. (anche come Presidente) e per essere stato uno dei migliori direttori di gara della FID.

Vediamo ora in dettaglio i principali risultati di Michele, premettendo che i titoli italiani vinti sono in tutto ben 47! (quarantasette). A questi 47 titoli vanno aggiunti i 3 campionati vinti (su 3 partecipazioni) nel campionato olandese (!) a squadre.


DAMA INGLESE

CAMPIONE DEL MONDO 2016 specialità GAYP (a mossa libera), titolo conquistato vincendo il match contro il detentore del titolo Sergio Scarpetta

CAMPIONE DEL MONDO 2015 specialità con apertura sorteggiata, titolo conquistato vincendo il match contro lo sfidante Lubabalo Kondlo

CAMPIONE DEL MONDO 2014 (con apertura sortegg.) dei Giochi della Mente, titolo conquistato a Pechino il 17 dicembre 2014.

CAMPIONE DEL MONDO 2013 (con apertura sortegg.). Conquista il titolo a Livorno, dopo aver battuto per 6-3 (e 29 pareggi) il suo avversario Alex Moiseyev, fino ad allora vero dominatore della dama inglese di cui deteneva il titolo mondiale fin dal 2002!

Michele è il primo giocatore NON di madre lingua inglese che si aggiudica il titolo dal 1847, lontanissimo anno in cui fu assegnato il primo titolo !!

E’ arrivato al match mondiale 2013 per aver vinto la Medaglia D’Oro (Campione Olimpico) a LILLE (Francia) ai WORLD MIND SPORT GAMES (Olimpiadi della Mente);

In precedenza è stato Vice campione del mondo dopo la sfida con Alex Moiseyv, persa solo per 7 vittorie a 6 e 27 pareggi. La sfida si è disputata in America, a Cleveland (Ohio), dal 9 al 19 agosto 2011. Risultato fantastico considerando la poca esperienza di Michele a dama inglese e considerando che nessun pretendente al titolo aveva mai inflitto 6 sconfitte a Moiseyev in un match mondiale; era arrivato al match mondiale del 2011 dopo che nell’ottobre 2010 aveva vinto, suscitando enorme sorpresa, il challenge di Dublino che designava lo sfidante mondiale;

Fra i giocatori partecipanti a Dublino e superati da Miki, il 13 volte campione del mondo Ron King, a cui è riuscito ad infliggere la prima sconfitta in un torneo di qualificazione al Match Mondiale;


GIOCO “ALLA CIECA”

Borghetti si è esibito più volte in "simultanee alla cieca" fin da giovanissimo, destando sempre l'ammirazione e l'incredulità dei presenti per le capacità mnemoniche ed analitiche dimostrate.
Ottiene il suo primo record nel 1991 quando a Roma gioca bendato contro 6 avversari: 4 vinte e 2 pari. È record italiano assoluto e record mondiale giovanile.
Si migliora qualche mese più tardi giocando contro 7 giocatori a Gradara: 5 vinte, 1 pari ed 1 persa.
Successivamente il record italiano è stato migliorato prima da Marcello Gasparetti nel 1992 con 8 partite e poi da Nicola Fiabane nel 1994 con 14 partite.

Borghetti riesce a polverizzare il precedente record l’11 settembre 1999 a Quartu S.Elena (CA), giocando in contemporanea contro 21 giocatori di livello medio-alto.

Migliora ancora questo record il 18 agosto 2003 a Varazze (SV), giocando in simultanea alla cieca contro 23 avversari, ottenendo 17 vittorie, 6 pareggi e nessuna sconfitta e stabilisce così il nuovo RECORD MONDIALE

Questo record è stato inserito dalla FMJD nell’Albo d’oro dei “Record mondiali” istituito il 15-07-2010 e che riporta i nove records mondiali più prestigiosi. Vedi http://fmjd.org/?p=records

******************************************
CURIOSITA’: negli anni 2004, 2005 e 2006 Michele è stato ingaggiato dalla squadra RAES di MAASTRICHT, per partecipare al campionato a squadre della Federazione Olandese, ottenendo con essa 3 promozioni consecutive, fino a raggiungere la serie A

******************************************

DAMA ITALIANA

Comincia a giocare a questo sistema nel 1986 e ottiene rapidamente la promozione alle categorie superiori grazie a numerosi tornei vinti.

Nel 1989 è già maestro a 16 anni, 7 mesi e 2 giorni.

Da allora partecipa a 17 campionati italiani assoluti classificandosi 12 volte primo (1992, '93, '95, '97, '99, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2014, quando torna a giocarlo per la prima volta dopo l’ultima vittoria del 2005, e 2015), 3 volte secondo (sempre ad un punto di distacco dal primo), 1 volta quarto (anche in questo caso ad 1 punto di distacco dal primo) ed 1 volta quinto, al suo debutto nel 1990.

Vince gli ultimi 8 ai quali partecipa e la serie è ancora aperta.

Ottiene NOVE volte il titolo di campione italiano a squadre, delle quali 7 con la squadra di Livorno (1992, 1999, 2003, 2004, 2005, 2009, 2010) e 2 con la squadra di Foggia (2011-2014); inoltre vince decine e decine di gare nazionali individuali e infinite altre.

Vince anche, per due volte su due partecipazioni, la prestigiosa sfida della "Dama castellana".


DAMA INTERNAZIONALE

Nel 1988 ottiene un brillante sesto posto al campionato mondiale cadetti.

Diventa maestro nel maggio 1989 a soli 16 anni e 2 mesi. Nello stesso anno vince la classifica individuale nella prima damiera del campionato italiano a squadre ed il campionato italiano individuale del secondo gruppo (1ª serie) con 15 punti su 18 disponibili.

Sempre nel 1989 debutta, a sorpresa, al campionato mondiale a squadre con Raoul Bubbi, Guido Badiali e Eugenio Garista, ottenendo, tra l'altro, un insperato pareggio contro il plurititolato russo Alexander Baljakin.

Nel 1991 vince il suo primo titolo italiano assoluto di dama internazionale, che replica a 13 anni di distanza, nel 2004 e conferma nel 2005. Dopo una lunga assenza riprende a disputarlo nel 2013 e lo vince per distacco. Si ripete nel 2016 vincendolo ex-aequo con Alessio Scaggiante.

Nel 2004, 2012 e 2014 vince il campionato italiano a squadre.

Successivamente ottiene molte vittorie in tornei nazionali ed ottimi piazzamenti in tornei internazionali. Ricordiamo, in particolare, il 4° posto (a pari punti con il 2°) ottenuto nel 1998 a L'Aia, terminando la gara imbattuto davanti a 11 grandi maestri internazionali e 10 maestri internazionali


TITOLI DI CAMPIONE ITALIANO

47 titoli italiani vinti complessivamente, di cui:

DAMA ITALIANA:

33 in totale, così suddivisi:

12 Assoluti: 1992, 1993, 1995, 1997, 1999, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004,2005,2014 (dal 1999 al 2014 in 8 partecipazioni consecutive) e 2015.

9 Assoluti a squadre: 1992, 1999, 2003, 2004, 2005, 2009, 2010 (LI) – 2011-2014 (FG)
5 Semilampo Assoluti: 2002, 2004, 2005, 2009, 2010
3 Lampo Assoluti nel 2003 – 2009 - 2011
1 Lampo nel 2° gruppo nel 1989
1 Coppie nel 2011 con Matteo Bernini
1 Soluzionistica nel 2004


DAMA INTERNAZIONALE

16 in totale, così suddivisi:

5 Assoluti: 1991, 2004, 2005, 2013 e 2015
3 Assoluti a squadre: 2004, 2012 e 2014
1 Prima Serie: 1989
6 Lampo: 1989, 1990, 2004, 2008 e 2013, 2014
1 Semilampo: 2004


DETIENE I SEGUENTI RECORD ASSOLUTI

23: avversari affrontati in simultanea alla cieca il 18 agosto 2003 a Varazze (SV) con 17 vittorie, 6 pareggi e nessuna sconfitta, record mondiale a 64 caselle.

47: titoli italiani vinti complessivamente;
12: titoli assoluti individuali a dama italiana;
16: titoli italiani individuali assoluti: 12 di dama italiana + 4 di dama internazionale

8: vittorie consecutive (1999/2005 compresi e 2014, al suo ritorno al campionato dopo un’assenza di nove anni) nell’assoluto di dama italiana. Serie ancora aperta!

8 titoli assoluti vinti nello stesso anno in varie specialità. Record stabilito nel 2004 con 4 titoli a dama italiana e 4 a dama internazionale. Nello specifico:

Italiana:
Assoluto a squadre Varazze 30 maggio 2004
Assoluto individuale Varazze 3 ottobre 2004
Assoluto semi-lampo Milano 4 dicembre 2004
Assoluto solutori problemisti Milano 4 dicembre 2004

Internazionale:
Assoluto lampo Arco 30 ottobre 2004
Assoluto semilampo Arco 30 ottobre 2004
Assoluto individuale Arco 1 novembre 2004
Assoluto a squadre Milano 8 dicembre 2004


16 anni e 7 mesi e 2 giorni: il 15 ottobre 1989 è già Maestro in entrambi i sistemi di gioco: il più giovane nella storia damistica;

20 anni, 9 mesi e 18 giorni: Grande Maestro di dama italiana più giovane nella storia

Campione italiano assoluto nello stesso anno, sia a dama italiana che a dama internazionale; unico a vincere i due campionati assoluti nello stesso anno per 2 volte, nel 2004 e 2005.

L'impresa è riuscita anche a Daniele Bertè di Savona ed a Marino Saletnik di Trieste; quest’ultimo una volta vinse entrambi i titoli nello stesso anno (1969)

141: maggior numero di partite consecutive senza sconfitta giocate in campionati italiani assoluti (127 nelle fasi finali dei campionati (serie aperta nel 1994 e conclusa nel 2001) + 6 fase eliminatoria 1995 + 8 nel match 1997 con De Grandis);

153: maggior numero di partite consecutive senza sconfitta in torneo, dal novembre 2010 e ancor in corso il 19 aprile 2015

11918: (6063 + 5855) punteggio più alto mai raggiunto nella somma dei due sistemi Elo Rubele;

in contemporanea, più volte, nelle due classifiche nazionali Elo Rubele di dama italiana e di dama internazionale. Unico giocatore ad essere riuscito in quest'impresa

6 punti: massimo distacco mai inflitto al secondo classificato in un campionato italiano assoluto, fin dal primo disputato nel 1925 (campionato1999);

1,591: (1999): migliore media punti realizzata in un campionato italiano assoluto;

35 punti: (1999): massimo punteggio ottenuto in un campionato italiano assoluto (ottenuto anche da Maijnelli nel 1989 ma con una partita in più);

13 vittorie: (1999): maggior numero di vittorie ottenute in un campionato italiano assoluto (anche il Maestro Adolfo Battaglia ne ha vinte 13 nel 1982, ma giocando una partita in più);

59,1%: percentuale di vittorie in relazione al numero di partite: Campionato 1999 con 13 su 22

13 su 17 partecipazioni: maggior numero di campionati assoluti di dama italiana terminati imbattuto (1991, '92, '93, '95, '96, '97, '98, '99, 2000, 2002, 2003, 2005 e 2014);

1 sconfitta in 209 partite ufficiali consecutive di campionato assoluto: 67 dal 16° turno del Campionato Italiano del '90 al 9° turno del Campionato del '94. Perde al 10° turno e, da allora al 2001, le già citate 141 partite senza sconfitta;

12 gare vinte consecutivamente: di cui 3 nel 2001 e 9 nel 2002;

12 partite vinte consecutivamente in torneo: eguagliando il record che era già stato realizzato prima da Marcello Gasparetti e poi da Mario Fero, anch'essi due tra i migliori giocatori italiani nella storia damistica;

101 partite in simultanea: giocate nel 2004, a Lagonegro, in Basilicata. 100 vittorie e una pari;
Unico giocatore italiano che sia Grande Maestro in 3 specialità diverse: dama italiana, dama internazionale e dama inglese.

In testa al Campionato Assoluto dall'inizio alla fine: Per due volte: nel 1999 e nel 2014. Eguagliato il record di Bertè (1981) e Maijnelli (1989)


 

Giochi Sportivi Giovanili 2017 -- Foto Gallery

ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é stata pubblicata sul sito del CONI la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del CONI la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]





Banner
Banner
Banner
Banner
Banner