Tesseramento 2020: Obbligo di PEC per i Sodalizi

 

Per poter procedere con l'affiliazione 2020, è necessario che il Sodalizio sia in possesso di una propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC)


Campionato Italiano a Squadre di Dama Italiana, Roma 15-17 luglio 2016 PDF Stampa E-mail
Scritto da Adolivio Capece - Capo Ufficio Stampa FID   
Mercoledì 20 Luglio 2016 13:12

L’edizione 2016 del Campionato Italiano a squadre (dama italiana) è stata giocata subito dopo la conclusione del match mondiale tra Scarpetta e Borghetti (dama inglese) ed ha visto l’importante partecipazione dei due iridati.


Sede di gioco la prestigiosa sede del Centro di Preparazione Olimpica del CONI "Giulio Onesti" all’Acqua Acetosa, dove ormai la Dama è di casa e dove i damisti convivono con gli atleti delle specialità più disparate, dal calcio all’hockey su prato, dal Taewood al rugby, dal nuoto al ciclismo e al pentathlon. Ricordiamo che circa un mese fa nella stessa sede si erano svolti il Mondiale femminile, il Mondiale Under 18 e il torneo di selezione mondiale (tra l’altro vinto da Scarpetta) di dama inglese.


Torniamo al Campionato a squadre, che è stato intenso e combattuto, deciso davvero sul filo di lana: all’ultimo turno, infatti, la squadra di Lecce si presentava a pari punti con i super-favoriti di Foggia, quindi tutto dipendeva dall’esito degli incontri conclusivi che vedevano Lecce opposta alla compagine savonese e Foggia contro i ragazzi del club ‘Nuovi Orizzonti’ di Reggio Calabria, in quel momento fanalino di coda. Sembrava dunque fatta per la squadra che schierava come detto Borghetti e Scarpetta, ma il campionato doveva ancora riservare la sorpresa: i foggiani venivano bloccati sul pari, Lecce vinceva e si aggiudicava il suo primo scudetto! Grande gioia per Michele Maijnelli, Francesco Gitto, Mario Maiello e Leonardo Scigliano  per un successo sperato ma certo inatteso.

Piazza d’onore per Foggia, dove oltre a Borghetti e Scarpetta giocavano Alessandro Solazzo ed Emanuele D’Amore.

Il terzo gradino del podio veniva conquistato da Brescia, con Gianmarco Ronda, Diego Signorini, Pieluigi Perani e Francesco Gorno.

Degli altri da citare i giovani Vincenzo Sgrò e Alessandro Traverso promossi rispettivamente a Candidato Maestro e Nazionale. Da ricordare che Vincenzo, 14 anni studente dello scientifico ‘Volta’, aveva brillantemente conquistato la medaglia di bronzo nel campionato del mondo Under 18 disputato come detto nella stessa sede.

Una citazione anche per il quindicenne savonese Valerio Langiu, al suo battesimo in una importante competizione a squadre. Tra le curiosità l’incontro tra Ronda e Daniele Bertè: i due si erano incontrati la prima volta 35 anni fa, nel 1981, nel campionato italiano individuale.

Senza problemi la direzione di gara di Giuliana Tenucci, coadiuvata da Alessio Mecca.

Cerimonia di premiazione alla presenza del vice-presidente FID Claudio Ciampi e del consigliere Antonio Pirisi. Ciampi nel breve discorso di saluto ai giocatori si è detto dispiaciuto per il numero non elevato di squadre al via pur in una sede così prestigiosa e ha annunciato che il Con

siglio proverà a trovare nuove formule per incrementare la partecipazione
.


Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Luglio 2016 13:54
 

ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner