Alexander Shvartsman vince la Coppa Città di Mori. I campionati italiani a coppie vanno a Latina PDF Stampa E-mail
Scritto da Ufficio Stampa FID   
Lunedì 03 Settembre 2018 17:11

Il campione del mondo Alexander Shvartsm si aggiudica la 44ª Coppa Città di Mori di dama internazionale disputata sabato e domenica 1 e 2 settembre. Il campione russo, non senza difficoltà, dopo un torneo molto equilibrato con alcuni giocatori in testa a pari punti, ha la meglio al fotofinish, vincendo l'ultimo incontro e lasciando così ad un punto di distacco un altro giocatore russo, Grigory Pismenny, ed il numero uno italiano Alessio Scaggiante, di Casale sul Sile (TV) i quali hanno pareggiato l'ultima partita giocata proprio tra di loro. Ottimo quarto posto per il bergamasco Moreno Manzana, originario di Mori e figlio del compianto Giuseppe Manzana a cui la gara è dedicata da 9 anni a questa parte. Fu proprio Giuseppe Manzana infatti ad ideare la competizione e ad organizzarla per circa 25 anni, prima di lasciare spazio a Riccardo Agosti che ne coordina l'organizzazione dai primi anni 2000. Lo stesso Agosti ottiene un 2° posto nel 2° gruppo di merito dietro il vincitore Walter Moscato, di Velletri, dopo un finale thriller tra i due che si incontrano nell'ultima partita con Moscato che prima perde un pezzo dopo avere subito una combinazione non troppo complicata, dopodichè Agosti non sfrutta il vantaggio di un finale 5 pedine contro 4 ed alla fine si deve accontentare della pari. Il veliterno si aggiudica così la vittoria in quanto aveva già acquisito un punto di vantaggio nel corso del torneo. Al 3° posto il dominicano che gioca per Mori Rafael Rodriguez. A seguire, a pari punti, Diego Signorini (che fa un gradito ritorno alle 100 caselle dopo qualche anno di assenza), Daniele Redivo, Matteo Fortunato (si guadagna così la promozione a nazionale) e Gabriele D'Amora.

Tanta qualità di gioco nel primo gruppo con quasi tutti i migliori giocatori del momento (assente il campione italiano Bertè in quanto impegnato ai campionati europei veterani). Lo stesso Shvartsman ha rilevato il grande miglioramento nel gioco degli italiani rispetto a qualche anno fa. Aggiungiamo poi la presenza di altri due giocatori russi di buon livello, Surkov e Pismenny, oltre al senegalese Diop ed al guineano Cabral (altro rientro dopo un po' di assenza) per un girone di altissimo livello dove la supremazia di Shvartsman è stata in discussione fino all'ultimo, avendo lui, tra l'altro, un quoziente più basso rispetto ad altri giocatori. Da rilevare poi che Scaggiante e Shvartsman, che nell'open di Bergamo pareggiarono lo scontro diretto, stavolta non si sono incontrati. Chissà come sarebbe andata.

Torniamo alla classifica per dire che nel 3° gruppo di merito vince il giovane e promettente Simone Zanandrea, che così diventa anche lui “nazionale”. Al 2° posto Lucio Manzana (fratello maggiore di Moreno Manzana che quest'anno ha deciso di tornare all'agonismo dopo circa trent'anni di inattività) e 3°, encomiabile, il veterano di Mori Pietro Cescatti, classe 1931, che ci dimostra fino a quanti anni si può continuare a giocare a dama ad un buon livello.

Tra i ragazzi vince il moriano Emiliano Deimichei che precede Luca Manzana di Bergamo.

Buona la partecipazione complessiva con 42 giocatori, a cui si potrebbe aggiungere qualche altro giocatore che ha partecipato al campionato a coppie ma poi non ha proseguito con gli altri tornei.

Nel week-end infatti erano in programma altri due tornei all'interno di una sorta di festival della dama che ha dato risalto alla borgata trentina di Mori da venerdì a domenica.

Si è cominciato con i campionati italiani a coppie vinti dalla squadra di Latina (già detentrice del titolo italiano a squadre) con i due forti maestri Daniele Macali e Roberto Di Giacomo che hanno ottenuto l'en-plein aggiudicandosi tutti gli incontri. A ben 4 punti di distacco al 2° posto la squadra di Latina 2 con il veliterno Walter Moscato e Roberto Senesi, 3° Bergamo 1 con i due ex-moriani Moreno Manzana e Nicola Gioffrè, e poi a pari punti 4° Treviso con Scaggiante e Zanandrea e 5° posto per la coppia di Mori Agosti e Rodriguez su 11 coppie presenti.

Sabato mattina è stata la volta del torneo “blitz” Città di Mori. Il russo Alexander Shvartsman, che è campione del mondo anche in questa specialità, ha vinto la gara precedendo di un solo punto Alessio Scaggiante. A due punti di distacco dal trevigiano il russo Grigory Pismenny. Poi, a seguire, il campione italiano della disciplina Loris Milanese a pari punti con il russo Aleksandr Surkov, Gabriele D'amora e Daniele Macali. 8° Moreno Manzana.

Alle premiazioni sono stati presenti la presidentessa del CONI provinciale Paola Mora, il sindaco di Mori Stefano Barozzi ed il presidente FID Carlo Bordini. Quest'ultimo si è congratulato con l'ASD Dama Mori per la lunga tradizione delle 44 edizioni consecutive della gara, di fatto la gara più longeva del panorama damistico nazionale, nonché per l'organizzazione di tutta la manifestazione.

 

Tutte le classifiche ed i tabelloni al seguente link https://toernooibase.kndb.nl/opvraag/standen.php?taal=&kl=14&Id=7297&jr=19&afko=14&r=

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Settembre 2018 17:21
 
ANTIDOPING (clicca)

Si informa che é disponibile sul sito del NADO Italia  la Lista delle sostanze vietate e dei metodi proibiti WADA nella versione in italiano.


Per consultare sul sito del NADO Italia la normativa aggiornata, andare a questo link: [ clicca qui ]




Match Italia - Usa 2018 - Foto Gallery

Course in Draughts

Corso di dama internazionale

Login



Banner
Banner
Banner
Banner
Banner